FOCUS
feed rss

07 luglio 2014

Proposte Antitrust: no al numero massimo, ś al numero minimo

"Nel settore della distribuzione farmaceutica occorre passare dall'attuale sistema che prevede un numero massimo di farmacie a un modello che ne stabilisca, al contrario, un numero minimo "per tutelare l'interesse pubblico ad un'efficiente distribuzione, senza impedire l'accesso ai potenziali nuovi entranti". E' quanto scrive l'Antitrust nella segnalazione per la legge annuale sulla concorrenza secondo cui sono da eliminare i vincoli regolamentari che ritardano l'ingresso sul mercato dei farmaci equivalenti, con conseguenti effetti di mancato risparmio ai danni del Servizio sanitario nazionale.

Non si tratta di una nuova proposta, diciamo che è un ritorno all'antico dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Questa proposta è stato il "cavallo di battaglia" dell'AGCM per molti anni, con una sola differenza. ora c'è una legge ( artt. 21 e 22 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, Proposte di riforma concorrenziale ai fini della Legge Annuale per il Mercato e la Concorrenza) che impone all'Autorità d'indicare i settori in cui il Governo dovrebbe agire per aumentare la concorrenza nel nostro Paese.

Non sappiamo quanto prenderà da queste proposte il Governo Renzi, sappiamo quanto ha bisogno il Paese per torbare a crescere, certo le riforme istituzionali sono necessarie, ma con quelle, tra l'altro in vigore tra molt tempo, non si cresce e non si può vantare nulla in Europa.

Del resto per ben due volte la Bce aveva indicato la strada, ma in Italia pur di non toccare lobby e corporazioni si preferisce dimenticare la strada per prendere scorciatoie populiste che poi si rivelano dei clamorosi "fuori rotta".

Vale comunque la pena analizzare le proposte dell'Antitrust nel file qui riportato.

Antitrustsegnalazionegovernoluglio2014.pdf

--> TORNA ALL'ELENCO COMPLETO

sostieni il MNLF
iscriviti alla newsletter
Confederazioneanim.gif
Twittermnlf2.jpg
Assistenzalegale.jpg
contributovolontarioMNLF.jpg
Farmacianonconvenzionata2.jpg
Seguicisufacebooklogo.jpg